Associazione di Volontariato “Pozzo di Giacobbe” – onlus

 L’Associazione di Volontariato “Pozzo di Giacobbe” nasce nel 1986 per volontà del vescovo Simone Scatizzi e dell’allora Vice-Direttore Caritas Don Giordano Favillini, con l’obiettivo di favorire migliori condizioni di vita umana per tutti.

Obiettivo dell’Associazione è favorire la promozione umana a tutti i livelli, attraverso interventi e progetti di aiuto realizzati assieme ad enti pubblici ed altre organizzazioni non profit, nel totale rispetto delle diversità culturali e con particolare attenzione a coloro che sono emarginati per ragioni legate al genere, alla condizione sociale, all’appartenenza etnica o religiosa.

Tutti gli interventi sono rivolti in favore di famiglie, giovani e bambini in difficoltà.

Con la riforma della scuola e l’innalzamento dell’obbligo scolastico, l’Associazione si è posta il problema di come fronteggiare le esigenze dei ragazzi in uscita dal percorso del centro per minori che fa parte del “Pozzo”. Inoltre si è posta l’interrogativo di come sostenere quei ragazzi che, una volta raggiunti i 14 anni, escono da questo percorso e che all’esterno non trovano servizi capaci di motivarli ed accompagnarli a proseguire un percorso scolastico al quale sono obbligati, anche se hanno delle carenze.

Tra gli anni ’95 e ’96 partono le iniziative dedicate ai giovani attraverso manifestazioni musicali, artistiche e sportive. Accanto a queste manifestazioni sono stai creati dei servizi rivolti agli adolescenti ed improntati sul recupero scolastico.

Entrambi gli interventi però non riuscivano a rispondere al disagio giovanile, legato alla mancanza di opportunità di socializzazione, relazionali e sociali, ma soprattutto alla creazione di contesti in cui il giovane è protagonista ed è libero di esprimere le proprie capacità personali, le proprie aspettative e le proprie emozioni.

Nel 2004 nasce il progetto “PUZZLE – Gruppo Giovani”, che si è svolto dal 2005 al 2006 come prima esperienza per la creazione di un centro di aggregazione giovanile. Tale progetto è stato uno dei vncitori del bando “Percosi di Innovazione” indetto dal CE.S.VO.T. (CEntro Servizi VOlontariato Toscana). 

Da gennaio 2007, l’Associazione , in collaborazione con il Centro Culturale “Sbarra”, ha avuto l’opportunità di continuare il precedente progetto e di far confluire le azioni già iniziate nel nuovo progetto “SBARRA-Spazio Giovani”.

Dal 15 marzo 2008 il Comune di Quarrata presenta “KALEIDOSCOPIO”, un progetto che ha partecipato nell’ambito del bando regionale per lo sviluppo delle politiche giovanili, con il coordinamento della provincia di Pistoia. A questo progetto aderiscono varie realtà del territorio, tra le quali l’Associazione di Volontariato “Pozzo di Giacobbe” che ha messo a disposizione del territorio il già esistente Centro di Aggregazione e l’esperienza degli operatori per ampliare le attività e favorire lo scambio di idee ed il dialogo tra i giovani.

 

 

Ringraziamenti speciali

La nostra Associazione rivolge un accorato ringraziamento alla Prof.ssa Alessandra Covizzoli, che ha promosso il progetto con la sua proverbiale tenacia e forza di spirito, oltre a tutti i Soci del Centro Culturale “Sbarra”, senza la fiducia e la disponibilità dei quali non avremmo potuto promuovere le azioni che oggi vanno a favore di oltre 180 giovani del nostro territorio.
E’ grazie a loro e alla disponibilità della Parrocchia di S. Maria Assunta in Quarrata e del parroco Don Mauro Baldi (che ha concesso in uso alcuni locali del Centro Culturale) che il progetto “Sbarra – Spazio Giovani” ha costituito l’inizio di un percorso che ci auguriamo lungo e pieno di frutti positivi per la nostra città.

Lascia un commento


sei − 1 =