CIRCOLO DELLA MUSICA 2010 (Indagine sui Bisogni dei Giovani Musicisti nella Piana Pistoiese)

postato in: Musical Kalè, News Story | 1

   

   

   

“IL CIRCOLO DELLA MUSICA”  

dueminutiperpoterpartecipareallarealizzazione… 

 

PREMESSA

PROGETTO KALEIDOSCOPIO Il progetto “KALEIDOSCOPIO” è uno dei progetti vincitori del bando per lo sviluppo delle politiche giovanili, presentato dal Comune di Quarrata, con il coordinamento della Provincia di Pistoia che ha avuto inizio il 15 marzo 2008 ed è terminato il 29 marzo 2009. Lo scopo fondante del progetto è quello di creare nuove opportunità per e con i giovani e l’animazione del, territorio, attraverso la creazione di un centro di aggregazione giovanile, parte integrante e attiva della comunità locale e a sua volta “crocevia” di una rete di relazioni e rapporti che favorissero un processo di crescita dei giovani e dell’intero contesto territoriale, attraverso lo sviluppo di pratiche di cittadinanza attiva, del senso di appartenenza e del protagonismo giovanile.

STORIA

In questo contesto nasce “Music Up”, un contest musicale per dare spazio alle molte band emergenti del territorio, senza porre limiti sui generi che venivano proposti, con l’intenzione sempre però di dare voce ai giovani, individuare i loro bisogni, ed avvicinarli alla partecipazione attiva alla vita cittadina. La manifestazione inizialmente veniva realizzata nell’area de “Il Parco Verde” di Olmi ma vista la partecipazione, è stata inserita nel programma del Settembre Quarratino e fin da subito ha riscontrato una forte partecipazione non solo giovanile, ma anche da parte del resto della cittadinanza. Dal settembre 2008 l’Associazione di Volontariato “Pozzo di Giacobbe” con la Cooperativa Sociale “Gemma”, tramite le attività promosse dallo Spazio Giovani “Al-Kalè”, hanno deciso di riproporre ai giovani del territorio questa opportunità, organizzando l’edizione 2008 e 2009 del “Music Up”. Questo nasce anche dall’esigenza di rispondere a quei bisogni dei giovani gruppi musicali del territorio incontrati negli anni sopra descritti, incontrati nelle varie feste e manifestazioni organizzate dallo Spazio Giovani. Ad oggi abbiamo un bacino di contatti che conta circa 50 gruppi musicali ed arriva a coinvolgere circa 200 ragazzi del territorio non solo di Quarrata, ma anche dei Comuni limitrofi. Si va da Pistoia, ad Agliana, a Montale, a Prato, fino ad Empoli. Dal mese di dicembre del 2009, molti dei gruppi con cui siamo in contatto hanno lamentato fortemente il disagio di non avere spazi per esibirsi, mancata attenzione alla musica delle giovani band emergenti, occasioni di confronto e di scambi culturali. Il disagio è aumentato poi con la chiusura dell’unico negozio di musica di Quarrata, sentito dai giovani musicisti come punto di riferimento per i loro bisogni.

BISOGNO DI MUSICA

Per l’individuazione del bisogno di musica, gli educatori dello  Spazio Giovani “Al-Kalè” hanno deciso di individuare i veri bisogni dei giovani attraverso un percorso che partisse proprio dai diretti interessati. Infatti “IL CIRCOLO DELLA MUSICA dueminutiperpoterpartecipareallarealizzazione” è un percorso di promozione della cittadinanza attiva giovanile, che parte dall’aggregazione di gruppi informali del territorio, per rispondere ad un bisogno comune. Per individuare il bisogno ci sono stati due incontri preliminari a cui sono stati inviati a partecipare i ragazzi che erano interessati a questa iniziativa, con lo scopo di individuare con i partecipanti i canali e le modalità per rilevare il disagio. Il gruppo ha deciso di utilizzare un questionario, che è stato costruito con i musicisti che hanno scelto di partecipare e che poi i ragazzi hanno distribuito nei luoghi di ritrovo per la musica, della Piana Pistoiese. Con il termine Piana Pistoiese si intende quella parte di territorio provinciale concentrato sui comuni di Pistoia, Agliana, Montale e  Quarrata. Sono stati distribuiti 120 questionari e, dopo due settimane  sono stati riconsegnati 80. La seguente analisi è stata realizzata dagli educatori, e poi sarà condivisa con il gruppo dei ragazzi in un follow up. A questa fase seguirà la definizione dell’idea che risponde al meglio ai bisogni evidenziati e ad un accompagnamento e sostegno nella sua realizzazione.

STRUMENTO

Lo strumento da noi scelto per individuare il bisogno di musica nei giovani è il questionario a domande aperte. Tale scelta è stata condivisa con il gruppo dei ragazzi coinvolti, con lo scopo di individuare il canale e la modalità più adatta  a rilevare questo bisogno. Una volta scelto lo strumento, il gruppo ha contribuito alla costruzione degli item e alla scelta dell’ordine in cui presentarli. Ogni item è stato pensato e condiviso con i presenti, soprattutto tenendo conto di cosa andasse a rilevare e ipotizzando possibili risposte per vedere anche la chiarezza espositiva delle parole  scelte e la coerenza con gli obiettivi preposti.

ITEM

Il primo item ha la funzione di individuare la provenienza dei ragazzi intervistati e di fare una iniziale mappatura del territorio. La forma utilizzata è stata quella della domanda a scelta multipla, perchè siamo partiti dall’analisi di un contesto ben definito che è quello della Piana Pistoiese. La scelta di muoversi in un contesto predefinito è stata fatta per definire quello che spesso i giovani chiamano <<intorno a noi>>.

Il secondo item ha la funzione di individuare cosa manca ad un giovane musicista nel territorio in cui vive. La forma utilizzata è stata quella della domanda aperta, per permettere di esprimere liberamente il proprio disagio. La scelta di iniziare subito a rilevare le mancanze del territorio, è voluta per definire il bisogno di musica che pone i giovani n una condizione di disagio.

Il terzo item ha la funzione di rilevare l’informazione dei giovani rispetto alle diverse opportunità che offre il territorio per rispondere al loro bisogno di musica . La forma utilizzata è stata quella della domanda aperta, ma suddivisa in due parti. La prima parte della domanda vuole proprio indagare la conoscenza del contesto in cui i ragazzi vivono il loro quotidiano. La seconda parte invece prevede due possibili risposte, sia positive che negative. Questo è stato fatto con l’intenzione di capire,dal punto di vista dei giovani, come il territorio risponde ai loro bisogni oppure perchè non lo fa. Tutta la domanda è da ricordare che è articolata sul coinvolgimento dei giovani nei contesti in cui vivono.

Il quarto item ha la funzione di individuare quegli spazi e contesti che rispondono al bisogno di musica. La forma utilizzata è stata quella della domanda aperta, con una parte a scelta multipla. La scelta di questa domanda è di fare una mappatura degli spazi esistenti con lo scopo di capirne le tipologie ed andarli a visitare con i ragazzi.

Il quinto item ha la funzione di verificare l’interesse dei giovani ad avere uno spazio per la musica a Quarrata. La forma utilizzata è stata quella della domanda aperta, con una parte a scelta multipla. La scelta di questa domanda è quella di verificare se c’è interesse a creare a Quarrata un contesto che possa rispondere al bisogno di musica.

Il sesto item ha la funzione di indagare le idee che hanno i giovani per rispondere al loro bisogno. La forma utilizzata è quella della domanda aperta per favorire la creatività e la libertà di espressione. La scelta di questa domanda è dovuta all’interesse di capire cosa può risponde al bisogno di musica dei giovani intervistati.

                                               RISULTATI INDAGINE

Una risposta

Lascia un commento per world time

Fare clic per cancellare la replica.


due + 8 =