E’ stato bellissimo – SCR 2014 allo Spazio Giovani

postato in: Blog | 0

marti e fra treppioio marti e bruno

 

 

 

 

 

 

 

È una sensazione strana che non saprei neanche spiegare. Ti ritrovi seduta ad un tavolo a guardare l’orologio e il calendario e a scoprire, o per lo meno a renderti conto, che il tuo percorso è quasi a termine.

Ricordo come un anno fa tutto questo movimento tra corpo e spirito era proiettato al contrario: l’ansia di mettersi alla prova, la voglia di iniziare, la conoscenza coi compagni, l’agitazione e la timidezza di entrare a far parte di un mondo ancora da scoprire.

Poi i mesi sono passati veloci e in un attimo da inverno era già estate per poi tornare di nuovo inverno.

È passato il tempo come un treno Frecciarossa che non ferma alle stazioni intermedie, è andato dritto al traguardo e ci ha riportati qui, passeggeri distratti di un’esperienza che è ormai finita e che ha lasciato i suoi segni dentro ognuno di noi, calchi come cicatrici ma anche le pieghe dei sorrisi.

Con questo articolo vogliamo lasciare un segno del nostro passaggio, un’impronta che ci rappresenti e che ricordi il nostro esserci state a chiunque abbia voglia di leggerlo.

treppio framarti cane treppio

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono contenta di aver speso qui un anno intero della mia vita. Io e la Marti potevamo fare tante altre cose, oppure deprimerci e non fare un bel niente come succede a tanti ragazzi della nostra età in questo momento storico del cavolo. Invece abbiamo scelto di legarci le scarpe e scendere in campo, qui e ora, perché domani è tardi. Questo posto, con tutte le sue logiche illogiche e quella voglia grande di fare che troppo spesso non basta, ma che a volte è la chiave per superare i limiti. Non è stato tutto rose e fiori; abbiamo avuto i nostri screzi, i momenti no, ma alla fine ci siamo sempre guardati negli occhi e tirati su.

Ha ragione la Rosi quando dice che il servizio civile funziona così: all’inizio sei timido e ti tieni tutto dentro; diventi verde quando siamo tutti insieme e c’è da parlare agli altri, non commenti, ti esponi poco studiando il territorio. A metà percorso invece ti incazzi, perché capisci un sacco di cose e non ti va bene niente, e vorresti cambiare quello che non va con la bacchetta magica. E allora dici la tua sempre, su tutto, a volte anche quando non dovresti, e ti rendi conto che ci tieni davvero. Poi, alla fine, ti dispiace.

marti non fia

Infatti è così che mi sento oggi. Dispiaciuta perché se ne va un bel pezzo di vita, in cui ho imparato tanto e in cui spero di aver dato qualcosa anch’io. Dispiaciuta perché il rapporto con loro non sarà più quotidiano, dispiaciuta come alla fine di un capolavoro.

Non staremo qui a spiegare tutte le cose belle che ci ha regalato quest’anno, con voi, con lo Spazio Giovani, con i ragazzi, e quell’intesa perfetta che abbiamo tessuto noi due, perché sarebbe troppo retorico e non nel nostro stile. Però un bel grazie è doveroso: grazie a voi Annarita e Rosanna, per averci guidato e insegnato tanto; continuate a lottare per questo posto e a crederci sempre così come fate, insieme, con la grinta e la forza nonostante il caos. Grazie per essere state le cap(r)e supreme migliori del mondo!

E così finisce il nostro servizio, ma comincia quello di Lisa, Elisa, Carmine e Federico.

E allora in bocca al lupo ai nuovi arrivati, e trattateci bene lo Spazio Giovani!

marti fiaDSC_0597

Lascia un commento


sette + 3 =