La pace non si scorda nemmeno con l’Alzheimer

postato in: Blog | 0

Nella giornata di ieri, 21 settembre 2017, ricorrevano due eventi importanti: la Giornata mondiale dell’Alzheimer e la Giornata internazionale della Pace.

 

21 settembre è la giornata celebrativa istituita nel 1994 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), a testimonia la crescita di un movimento internazionale che vuole creare una coscienza pubblica sugli enormi problemi provocati da questa malattia e ogni anno riunisce in tutto il mondo malati, familiari e associazioni Alzheimer.

L’Alzheimer è una malattia comune invalidante, destinata ad aumentare a causa dell’invecchiamento della popolazione.

Nel nostro Paese è urgente migliorare i servizi creando una rete assistenziale intorno al malato e alla sua famiglia che non li lasci soli ad affrontare il lungo e difficile percorso della malattia.

 

 

La Giornata internazionale della pace viene celebrata il 21 settembre di ogni anno. È stata istituita il 30 novembre 1981 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. 

L’Assemblea dichiarò che il Giorno sarebbe stato osservato,come un giorno di pace e di non-violenza, e volse un invito a tutte le nazioni e persone a cessare le ostilità durante il giorno.

 Siamo pace nella nostra vita, in quello che pensiamo, diciamo o facciamo. Deponiamo le armi e cessiamo ogni battaglia interna o esterna; prendiamoci lunghe pause e momenti di silenzio per riflettere su quello che stiamo creando nella nostra vita. Non occorre essere in battaglia costante con noi stessi né con gli altri. Ogni cosa, se affrontata con la pace nel cuore trova la sua soluzione in un battibaleno e per il bene di tutti coloro che sono coinvolti. Solo così si può cambiare il corso della storia.

 

p000000028

 

 

E come dice il titolo: “La pace non si scorda nemmeno con l’Alzheimer”

Lascia un commento


+ due = 4